io e gli acari

A domanda rispondo

Cosa fai per la tua allergia agli acari ?

Faccio molte cose e la situazione al momento e stabile e accettabile. C’è stato un periodo in cui le crisi d’asma erano altamente probabili in luoghi polverosi come cinema e teatri ad esempio. Adesso me la cavo con bruciore agli occhi e una rinite,o una rinorrea. Un successone. Se mangio gamberi mi prudono il palato e le orecchie.

Faccio un elenco qui perché potrebbe essere utile alla mia pigrizia. Potrò dare il link a questo post nel caso mi chiedessero info e via!

1. cross-reattività col cibo. E’ utile eliminare o ridurre il consumo di crostacei, lumache di terra e di mare e i mitili.

2. ridurre le colonie di acari dall’appartamento. Usare  aspirapolvere con filtro Hepa. (ne prenderò uno con filtro Ulpa  prossimamente)

3. siccome gli acari non muoiono sotto i 60°C occorre lavare le lenzuola e gli asciugamani a 60°C . Uso un coprimaterasso in spugna di cotone che cambio ogni settimana insieme alle lenzuola. Le tende vanno lavate anch’esse alle stessa temperatura per questo motivo scelgo il cotone come tessuto prevalente.

4. ogni settimana, al cambio delle lenzuola, spruzzo sul materasso un mix di oli essenziali . Lascio agire e poi aspiro il materasso con l’aspirapolvere. è noioso ma serve.E serve anche una volta ogni due mesi, cospargere il materasso di bicarbonato di sodio che aspiro sempre dopo un paio d’ore. Non rifaccio mai il letto al mattino. materasso e coperte devo prendere aria .Gli acari amano ambienti con temperature sopra i 20°C e percentuali di umidità oltre il 50%. Rendiamogli la vita difficile.

il mix di oli essenziali è tratto da un libro di Luca Fortuna. Le allergie. I rimedi naturali più efficaci. ed.Xenia. libro che ho trovato utile in questi anni. Uso l’olio essenziale di Saro, di  Niaouli, di Tea tree. Sto sperimentando altre combinazioni , ma non essendo un’aromaterapista posso solo invitarvi ad informarvi e usarli.

5. gestire le crisi notturne. Anche in questo caso l’aromaterapia mi aiuta molto. Diffondo  nella stanza l’olio essenziale di mirto rosso . Mi permette di respirare e dormire.

6. fare lavaggi nasali con acqua salata, acqua marina(in farmacia) o con sale marino integrale fai da te(disciogliere 1/4 di cucchiaino di sale in 250ml di acqua bollente. in caso di naso chiuso si può arrivare a 1/2 cucchiaino di sale, in questo caso aggiungere mezzo cucchiaino di bicarbonato).

7. assumere ribes nigrum ed echinacea. 

8. i tessuti che non possono essere lavati ad alte temperature (certi cuscini  o peluches ad esempio) possono essere messi in congelatore per un paio d’ore. poi aspirati a dovere. 

È una guerra quella contro gli acari che si combatte con costanza, determinazione e pazienza. Si procede per piccoli passi quotidiani.
 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s